News brevi - ANA Cuneo

Vai ai contenuti

News brevi

Da pare 'n fieul > News brevi
Il 5 dicembre la fanfara della Brigata Alpina Taurinense ha aperto ufficialmente la 450^ Fiera Fredda a Borgo San Dalmazzo sfilando tra due ali di folla per le via della città. Per l'occasione il Gruppo alpini di Borgo San Dalmazzo, Sezione di Cuneo, ha iscritto tra i propri Soci la campionessa di sci alpino l' Alpina borgarina Marta Bassino, in forza al Centro Sportivo Esercito  di Courmayeur. Nella prima foto durante le prime alpiniadi estive del  2014 mentre nella seconda foto mostra orgogliosa la tessera dell'ANA insieme al Consigliere Sezionale e di Gruppo Gianfranco Fabbri e al Ten.Col. Luca Vandoni del 2° Reggimento Alpini.

 

Mario Negro, artigliere da montagna nel 1961 in forza al 1° reggimento artiglieria a.mon, gruppo Aosta, 4^ batteria nella caserma Musso di Saluzzo ed il figlio Franco, autista del coro della Brigata alpina Taurinense nel 1985 presso la caserma Monte Grappa di Torino vorrebbero incontrare qualche vecchio commilitone. Tel.3482221443 e 3318603911

Venerdì 20 gennaio 2020 il reduce di Russia Giuseppe Falco, classe 1921, del Gruppo di San Rocco Castagnaretta, Sezione di Cuneo, ha voluto ricordare i momenti  drammatici della Divisione Alpina Cuneense narrando ai numerosi presenti, tra i quali il Comandante del 2° reggimento alpini, la sua ritirata dalla Russia.

Durante la festa del gruppo del novembre 2018 lo stesso aveva donato al Comune di Borgo San Dalmazzo un defribillatore da sistemare nella città come aiuto per eventuali infortunati. Lo stesso, con una breve cerimonia, è stato piazzato su una parete del palazzo comunale presenti il Sindaco ed un assessore della giunta comunale.

Firmino Pressenda nato ad Albaretto Torre il 18 dicembre 1922, arruolato nel 2° reggimento 608^ compagnia. Il 31 dicembre 1942 è salito sull’ultima tradotta partita dall’Italia per la Russia. Il convoglio prese il via da Ceva e per fortuna sua e degli altri suoi compagni arrivò in Russia troppo tardi per partecipare a quella campagna. Infatti, quando il convoglio giunse in Ucraina era già in corso la ritirata e il treno venne fermato e non giunse mai sul fronte. Salutiamo questo baldo alpino che ha raggiunto la verde età di 97 anni e gli auguriamo di proseguire in salute.
Ci ha lasciato il Reduce di Russia Paolo Merli, soldato di artiglieria alpina nel 4° Reggimento artiglieria alpina, Gruppo “Val Po”, 73ªBatteria, Divisione alpina “Cuneense”. Il destino è stato benigno nel consentirgli di superare indenne due ardue prove che ad innumerevoli soldati italiani furono fatali: la campagna di Russia e l’internamento in Germania.

Torna ai contenuti